Goju Ryu Karate Do

TACHI KATA

Le posizioni

Con il termine TACHI KATA nel karate Goju Ryu si designa l’insieme delle varie posizioni del corpo che si assumono nella pratica.

Di esse alcune possono considerarsi fondamentali nel senso che trovano largo impiego sia negli allenamenti di base (“KIHON”) sia nei combattimenti (“KUMITE”): tra queste ZENKUTSU DACHI, SHIKO DACHI, SANCHIN DACHI, HANZENKUTSU (o HANKUTSU) DACHI, NEKO ASHI DACHI.

Altre trovano impiegno nella preparazione all’esecuzione tecnica vera e propria o in alcuni passaggi dei “KATA” (esercizi di forma del karate do).

Ogni posizione indubbiamente è determinata dalla parte inferiore del corpo con particolare attenzione rivolta alla postura dei piedi e del baricentro.

Solidità e mobilità (anche qui si trova un’applicazione dei termini “GO” e “JU”) dovranno armonicamente esistere in ogni “DACHI” ma con una leggera prevalenza del “GO”. Le innumerevoli ripetizioni da fermo e in movimento, avanti e indietro, etc. (le esecuzioni idealmente dovrebbero farsi sempre dinanzi a uno specchio in modo da potersi consta temente controllare e correggere anche da soli) tendono con il “TACHI KATA” a sviluppare equilibrio, stabilità, senso di orientamento non disgiunti da un’apprezzabile elasticità. Si avverte che mentre “TACHI” è il termine generico giapponese per ogni posizione propriamente “ritta”, nella pronunzia, quando si specifica la posizione stessa, esso cambia in “DACHI”.

 









 








 
 

 Questo dominio è stato registrato con il servizio www.register.it